Archive | L’Arte secondo FO5 RSS feed for this section

La storia secondo FO5 #2: 1908-1915

La storia secondo FO5 #2: 1908-1915

Secondo appuntamento con la prospettiva della network science sulla storia del cinema, ad opera del vostro scienziatissimo Michele. Se vi serve una rinfrescata sul primo episodio, ecco  il link in cui si tratta del periodo precedente al 1907. Se invece vi serve il post originale in cui vedere i dendrogrammi che stanno alla base della [...]

1 Comment Read more »

La storia secondo FO5 #1: pre-1907

La storia secondo FO5 #1: pre-1907

Cominciamo dunque l’annunciata storia del cinema ad opera di Five Obstructions. Se vi siete persi il post introduttivo in cui spiego i meccanismi con cui ho estratto nomi e concetti dal database IMDb, ecco pronto il link a rinfrescarvi la memoria. A questo indirizzo trovate non solo la spiegazione tecnica, ma anche l’immagine dei dendrogrammi [...]

1 Comment Read more »

Realtà e 8 bit

Realtà e 8 bit

Un post veloce di riciclo su una bella idea artistica di design: portare artwork ad 8 bit a contatto con la realtà. Idea ovviamente non mia, ma riciclata da qui. Gli 8 bit mi hanno sempre affascinato e infatti furono protagonisti di un post sproloquiante, tempo fa. Ora la palla è stata colta al balzo [...]

7 Comments Read more »

La storia secondo FO5: Preambolo

La storia secondo FO5: Preambolo

Ai lettori di Five Obstructions mi va di fare un regalino oggi. Una piccola anteprima di parte di una mia ricerca di network analyisis che sto inviando a una rivista in questi giorni. Non entrerò troppo nel dettaglio per ovvie ragioni, ma il lavoro svolto mi è sembrato meritevole di menzione, plurima, nonché assai legato [...]

2 Comments Read more »

Cinefili…

Cinefili…

Befanosi lettori di Five Obstructions, è un Michele innevato e relegato tra quattro muri di roccia della Valsassina a scrivervi. Forte di una potente pennina della Wind (‘tacci loro) vi dedico un post veloce veloce prima di ricominciare i normali aggiornamenti del 2011 vontrieriano. Mi ricollego alle conclusioni del Grand Galà 2010, continuando con una [...]

0 Comments Read more »

La resistenza del 20%

La resistenza del 20%

Di recente ho letto un bel micropost di Seth Godin e mi va di ricamarci su personalmente. Godin è una persona sagace, non credo che si meriti tutta la popolarità che ha sul web, ma di certo non è tutta interamente a sproposito. In questo caso, infatti, mi trovo d’accordo oltre ogni limite immaginabile, e [...]

0 Comments Read more »

Dei falsi e dei veri bisogni: Addendum

Vi ricordate del post delirante in cui parlavo della distinzione tra bisogni veri e fittizzi? Di come quest’ultimi sono sostenuti da un mondo economico che invece di riconoscere l’evoluzione dello stesso cercano di costringerlo in una gabbia? Dei motivi per cui lo fa, ovvero per non venire meno a guadagni anche quando i servizi forniti [...]

2 Comments Read more »

Dei falsi e dei veri bisogni

Dei falsi e dei veri bisogni

Su Cracked l’altro giorno è comparso un bell’articolo che riesce a dare una divertente impronta visionaria a quello che sta succedendo alle nostre economie con l’avvento e l’affermazione di una tecnologia digitale sempre più estrema. Trovo l’articolo molto ben scritto, ma non riporto qua solo il link perché mi pare che abbia un fondamentale difetto. [...]

4 Comments Read more »

L’opera d’arte nell’epoca della sua creazione tecnica

L’opera d’arte nell’epoca della sua creazione tecnica

Walter Benjamin è uno dei miei filosofi preferiti (probabilmente dopo Wittgestein, Godel e Turing. Come? L’ultimo non viene considerato filosofo? Affari vostri). E’ celeberrimo per aver scritto un saggio fondamentale riguardo l’arte nella prima metà del XX secolo. Dal quale il titolo di questo post trae una fortissima ispirazione. Siete quindi avvisati fin da subito [...]

1 Comment Read more »

Dante Alighieri e il movie network criticism

Dante Alighieri e il movie network criticism

Qualche settimana fa ho partecipato a un interessante simposio parallelo a una delle conferenze dell’inutile network science a cui dedico il mio  tempo libero tra un aggiornamento di Five Obstructions e l’altro. Questo simposio era particolarmente interessante perchè era dedicato alle contaminazioni tra network science, umanesimo, arte e letteratura. Basta leggere la mia recensione di [...]

2 Comments Read more »